Senza nuvole nuovo cd di Alessandra Amoroso


Alessandra Amoroso: senza nuvole verso Sanremo
La cantante salentina presenta il nuovo disco e confida alla ‘Voce’ i suoi sogni

Milano – Solare, simpatica, modesta e terribilmente brava. Alessandra Amoroso è una delle voci più originali del panorama musicale italiano, ed ha un talento innato e meraviglioso con cui sta conquistando il nostro Paese. Un talento racchiuso in una voce inconfondibile. E attraverso questa può fare praticamente tutto. La dimostrazione di ciò è nelle dieci canzoni che compongono il nuovo disco di Alessandra, dal titolo ‘Senza nuvole’. Dieci brani belli, forti, in cui “la voce sale tantissimo”, dice Ale. Così la chiamano tutti, perché dopo ‘Amici’ è diventata la sorella di moltissimi ragazzi italiani, che sognano una bella storia come la sua. La Voce d’Italia l’ha intervistata alla presentazione per i giornalisti dell’album. Lei, per un’ora, ha raccontato il suo mondo, i suoi affetti, i suoi sogni. “Vorrei cantare in inglese, mi piacciono la black music e il jazz, e mi piacerebbe tantissimo cantare pezzi inediti. E poi vorrei conoscere Mina”, ha detto Ale.

Nel suo bagaglio c’è un radicato senso della famiglia, dell’amicizia e delle sue origini. Porta con sé l’anima salentina – oltre alla cadenza, che non ha perso affatto – venuta fuori questa estate durante la ‘Notte della Taranta’ (“cantare in dialetto leccese, nella mia lingua, è stato molto bello”). Porta con sé la famiglia e le amicizie (“se dovesse finire tutto? Ci rimarrei male, piangerei molto, però a casa ho i miei affetti più cari, e andrebbe bene lo stesso”; e ancora: “Mia madre mi ha insegnato a prendere tutto con il sorriso”). Poi parla del suo album, in uscita oggi in tutti i negozi d’Italia dopo averci fatto gustare il primo singolo, ‘Estranei a partire da ieri’: “Parla d’amore, dell’amore in tutte le sue forme. Amore passionale, amore perso, amore ritrovato. Si chiama ‘Senza nuvole’ perché vorrei che la mia vita potesse essere come un cielo senza nuvole”. Cita due canzoni del disco in cui si rispecchia: “Sono ‘Arrivi tu’ e ‘Ama chi ti vuole bene’. La prima descrive quello che sto vivendo adesso, la seconda invece contiene una frase, ‘e telefona a tua madre che sei sicuro che ti vuole bene’, che mi piace molto”. Il verso lo canta, come se fosse la cosa più normale del mondo, davanti a noi giornalisti.

Porta con sé, nel suo disco, anche le persone che l’hanno accompagnata nel percorso di crescita all’interno di ‘Amici’: Luca Jurman, Peppe Vessicchio. E, ovviamente, Maria de Filippi, che insieme alla Sony ha scelto i brani contenuti nell’album. Lei si affeziona alle persone, “anche in un contesto difficile come un programma televisivo credo di aver allacciato rapporti sinceri con persone speciali”. La de Filippi la chiama “mamma”, Jurman lo chiama “zio”. Manca il papà: che è Gianni Morandi (il quale ha scelto Alessandra come spalla nel suo prossimo show in prima serata su Raiuno). “Perché sono così, do spesso i soprannomi alle mie amiche, ai miei amici”, dice candidamente. Così come, candidamente, fa vedere che durante l’intervista è scalza. Adora infatti girare con scarpe comode, tutt’al più con un paio di ballerine (“Le mie amiche, quando vado in televisione, mi dicono sempre: ‘cerca di mettere un tacco, qualcosa di carino’. Ma io non ce la faccio. Mettevo le ballerine anche quando andavamo a ballare”).

Alessandra ha 23 anni. E ne dimostra esattamente 23. Non si è ancora resa conto di essere una star (come ha dimostrato facendo una sorpresa ad una ragazza down nel corso dell’ultima puntata di ‘C’è posta per te’), perché “i piedi sono ben saldi per terra”. Le chiediamo allora come reagisce quando la gente la ferma per strada, e lei dice: “Non ho mai detto no ad un autografo. Anche quando sono nervosa o arrabbiata, non dico mai di no”. A giugno è stata tra le protagoniste di ‘Amiche per l’Abruzzo’, il concertone tutto al femminile organizzato da Laura Pausini allo stadio San Siro di Milano. “Anche lì non mi rendevo conto di quello che stavo facendo. Dopo aver cantato sono andata dietro le quinte e ho cominciato a cantare a squarciagola le canzoni delle altre cantanti sul palco”.

Un’altra grandissima emozione (vissuta fino ad ora, nel mondo, solo da Amy Winehouse) vedrà protagonista Alessandra il prossimo 8 ottobre. Lei, la salentina con la voce più bella, sarà al Limelight di Milano per uno showcase che sarà trasmesso in diretta in una trentina di cinema di tutta Italia. I suoi fans potranno farle domande via sms. Sarà l’ennesimo grande evento in cui lei rappresenterà la star assoluta. Se proprio deve sognare in grande, immagina ancora di partecipare a Sanremo (“ci andrei subito”) e di duettare con grandi nomi della musica italiana (o meglio salentina, come i Negramaro e i Sud Sound System) e internazionale. Immagina di poter replicare quanto fatto da Anastacia, “la donna bianca con una voce da nera”. Ma sono solo sogni. A ventitré anni Alessandra sogna, e fa bene a farlo. Sicuri che con la sua voce possa fare quello che vuole.

Tag: , ,

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger cliccano Mi Piace per questo: